Anche quest’anno MEC&Partners segue l’ufficio stampa di Nobìlita, festival dedicato alla cultura del lavoro (Bologna dal 21 al 23 marzo) nato per creare un ponte nuovo fra imprese, istituzioni e cittadini, riportando il lavoro fra le persone. La manifestazione, alla seconda edizione, vuole creare consapevolezza e cultura sul tema del lavoro proponendo un’occasione di confronto tra imprenditori e lavoratori, ma anche opinionisti, docenti e giovani che desiderano comprendere i meccanismi del mercato del lavoro o aspirano a trovare un’occupazione. L’edizione 2019, in particolare, lascia un’impronta molto decisa sul campo del sociale: immigrazione, inclusione, genere, ricambi generazionali, utilizzo dei social network.

Con oltre 70 relatori e più di 30 eventi, la tre giorni bolognese proverà a spiegare in maniera non banale le trasformazioni che stanno avvenendo nei luoghi di lavoro, condividendo buone pratiche e competenze affinché siano messe a disposizione di tutti per diventare patrimonio comune, come è nel DNA degli organizzatori. Il festival nasce infatti da FiordiRisorse, business community segnalata nel 2008 da LinkedIn come “Best practice italiana” a cui aderiscono 7.000 tra manager e aziende per condividere competenze e networking di alto livello, e da SenzaFiltro, la testata giornalistica che si occupa di cultura del lavoro.

Ad aprire i lavori del Festival, il 21 marzo, un’intera giornata presso FICO-Eataly World dedicata alla formazione manageriale: 18 formatori professionisti, in sessioni di circa 2 ore, guideranno il pubblico alla scoperta di temi come personal branding, marketing e comunicazione, utilizzo professionale dei social network, public speaking, gestione dei collaboratori e dei progetti, LEGO Serious Play e nuovi modelli di collaborazione.

Sarà invece l’Opificio Golinelli il palcoscenico delle successive due giornate, che vedranno l’alternarsi di due format: i Jobx e le Tavole rotonde. I primi sono monologhi di cultura manageriale da 18 minuti in stile TedX che intervalleranno gli 8 panel tematici. Le otto tavole rotonde, moderate da nomi e voci storiche della stampa, della tv e della radio italiane, accenderanno i riflettori su tematiche che spaziano dalle nuove geografie del lavoro all’importanza degli studi umanistici in azienda, passando per i nuovi modelli di comunicazione, il welfare e il declino del digitale ispirato alla Silicon Valley a cui tante start-up italiane hanno guardato negli ultimi dieci anni.

Nobìlita si arricchisce quest’anno di un ciclo di appuntamenti che precederanno e seguiranno il Festival: si tratta di “Colloqui di Lavoro”, in programma dal 27 febbraio al 27 marzo. Una rassegna letteraria insolita, in collaborazione con il Comune di Bologna e con Lead&Read di Paolo Iabichino, che mette a confronto in sei appuntamenti da un lato autori di volumi che trattano di lavoro nelle sue sfaccettature più ampie, dall’altro manager, imprenditori ed esperti, per stimolare ed offrire al pubblico una reale occasione di dibattito e dialogo – i “colloqui”, appunto – sul tema del lavoro.

Condividi la news