Si è concluso oggi ReUniOn, il primo raduno mondiale dei laureati dell’Università di Bologna, con 20.000 presenze.

La tre giorni dell’Alma Mater, primo evento del genere in Italia, ha coinvolto i luoghi storici e le zone più suggestive di Bologna – Piazza Galvani, Piazza Minghetti, Piazza San Domenico e Piazza Santo Stefano, Palazzo Re Enzo, l’Archiginnasio, Piazza Maggiore, Piazza Verdi, Museo della Storia di Bologna, Conservatorio G.B Martini e Giardini Margherita – proponendo al pubblico un calendario di più di 60 eventi con oltre 200 ospiti.

Su Twitter ReUniOn è stato trend topic nei tre giorni di evento – con i due hashtag più seguiti e twittati (#reunionunibo – #reunionsocial) – con 2.400.603 di impression. Oggi sono 15.700 i fans che seguono la pagina ufficiale su Facebook, con più di 103.500 engaged per oltre 3.7 milioni di FB impression su ReUniOn. Il sito della manifestazione (www.reunion.unibo.it) ha registrato una crescita da dicembre a oggi, con 147.096 pageviews, 52.177 visitatori unici e 8.546 utenti registrati, con un picco nei giorni di evento che ha portato a 12.000 visitatori unici e 35.581 visualizzazioni di pagina.

ReUniOn nasce da un’idea dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, che ha affidato a Fondazione Alma Mater la gestione amministrativa, avvalendosi del supporto di MEC&Partners, HBComm e Best Union per la parte organizzativa. L’iniziativa ha visto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Comune di Bologna e della Regione Emilia-Romagna.

A cura di MEC&Partners anche l’ufficio stampa e la comunicazione social.

 

Condividi la news